agosto 2015

Ambulo ergo sum

agosto 30, 2015

La mia mente a volte chiede al corpo con urgenza di essere stancata fino al punto di fermarsi. E allora è l’ora delle gambe e del sudore e lentamente si spengono i pensieri. Cogito ergo sum? Ma no, ambulo ergo sum, finché una vasca ben calda ricompone testa e pensieri mentre il cuore torna a […]

Vai all’articolo →

Cesare Pavese

agosto 27, 2015

Il poeta e scrittore triste allasca le vele in un banale hotel piemontese di fine agosto mendicando patetico e inutilmente le ultime briciole d’amore. Ma con la bianca Leucò non c’è più dialogo possibile. Allora disoccupa la vita e con un tubetto si licenzia dal mestiere di vivere chiedendo almeno pochi pettegolezzi in cambio di […]

Vai all’articolo →

Nuvole basse

agosto 16, 2015

Stanno sedute sui monti le nuvole flaccide, come culi bianchi sull’asse del water. Pioverà?

Vai all’articolo →

MANCANZE TRASPARENTI

agosto 12, 2015

Il grasso scampanare delle mucche e l’isterico squittio delle marmotte. Un buon ricordo velato di malinconia che s’invola gentile spinto da un vento leggero e dall‘acqua corrente del ruscello. La montagna regala pace da conquistare con passi sudati per godersi al ritorno i fiori i colori e gli odori in salita annebbiati da una buona […]

Vai all’articolo →

L’invisibile tela dell’anima

agosto 6, 2015

I poeti non sono gli ingegneri della parola, costretti tra rime baciate o incatenate, Non ricercano ostinati endecasillabi o novenari. Non cesellano distici o metriche perfette. I poeti sono viandanti che esplorano con pudore l’invisibile tela dell’anima. (grazie a Federica R. per il titolo)

Vai all’articolo →