Chi è il Counselor

 

Il counselor è un professionista della relazione con se stessi e con gli altri; non è un amico, né un consigliere.Il suo è un intervento non terapeutico, circoscritto nel tempo e regolato da un preciso contratto. Risponde esplicitamente ad una difficoltà del cliente ed implicitamente ad una domanda di cambiamento.La finalità del counselor è quella di “aiutare la persona ad aiutarsi”, cioè ad affrontare e gestire la sua situazione utilizzando le proprie risorse personali. 

Il counselor non risolve i problemi del cliente nè suggerisce come risolverli.

Aiuta il cliente a vedere più chiaramente e a rimuovere ciò che ostacola le sue energie e potenzialità inespresse, nel ricercare attivamente le possibili soluzioni.

Affrontando un tema preciso, con un obiettivo specifico e concordato, il cliente può sperimentare concretamente nuove modalità di rapporto, in un ambiente riservato e protetto.

Lavorare in questo modo richiede una vera e sentita parità di fondo nella relazione counselor – cliente, che permette a quest’ultimo di avere aiuto su un problema senza rinunciare alla propria responsabilità.

Il cliente sviluppa allora un approccio maturo e non delegante ed acquisisce autonomia nel disegnare il proprio percorso di vita. Come afferma Rollo May, uno dei padri del counseling: la funzione del counselor è quella di portare il cliente ad accettare la responsabilità della propria condotta e gli esiti della propria vita.

Per contattarci per un breve incontro non impegnativo, durante il quale approfondire come e perché il nostro lavoro può essere utile puoi scriverci a lauro.venturi@gmail.com, oppure pugnaghis@alice.it

Per approfondire come si svolge il percorso

Per approfondire l’ANALISI TRANSAZIONALE