Formazione, consulenza, coaching … e anche counseling aziendale

L’azienda individua un problema, ciò che le interessa è risolverlo o almeno migliorarlo. Siamo noi professionisti che abbiamo il compito di conoscere le metodologie più idonee nella specifica situazione, concordando con l’azienda modalità rispettose ed efficaci.Per questo, non ci siamo mai schierati a favore o contro di una metodologia o dell’altra, mentre purtroppo ci capita di incontrare professionisti che affermano il primato delle proprie tecniche su quelle altrui.

Ogni strumento ha la sua finalità, spesso una combinazione di metodi è necessaria per affrontare al meglio una situazione.

Quando il tema è rafforzare le conoscenze e favorire il cambiamento organizzativo è solitamente utile partire da una buona formazione.

Quando le conoscenze acquisite devono essere messe in pratica per raggiungere gli obiettivi, e non è così immediato, può servire un coach.

Per supportare la persona, o un gruppo, e attivarne le potenzialità è importante il counseling.

In generale, è preferibile costruire un progetto complessivo sull’organizzazione, sulle persone e sui gruppi, invece di frammentare l’investimento aziendale in una serie di eventi slegati e dalle ricadute solo momentanee.

Come funziona il Counseling aziendale