1991

di Lauro Venturi il 31 gennaio 2016

Venticinque croci
che piagano le spalle
e appannano
i pochi sorrisi rimasti.
Le ultime non hanno
filo spinato
nè cocci di vetro.
Rimangono quei tagli
che hanno inghiottito
la semplice gioia.

 

Articolo precedente:

Articolo successivo: