Salita al Giogo lungo (Lenkjöchlhütte)

Grazie ad Angela, una ragazza conosciuta durante un’escursione a cavallo con Herbert, sono finalmente salito al Giogo Lungo. La compagnia si è arricchita di Alessandro e Donatella, due persone piacevoli e gentili.

Arrivati ai 1.595 metri di Casere e parcheggiato l’auto, abbiamo attraversato il torrente e imboccato il sentiero 11.

Si sale subito senza indugi lungo i resti di ex miniere e cascate molto belle. Dopo un paio di ore abbiamo raggiunti la malga Rötalm, 600 metri più alta. La vista del pianoro è stupenda, ruscelli di acqua trasparente e pascoli.

Un’altra bella scarpinata per arrivare alla Lenkjöchlhütte: 2.603 metri.

Sosta abbondante, toscano.

Poi giù per l’ampia valle del vento (windtal).

Si arriva alla malga Labesau di poco superiore ai 1.700 metri e poi si intravede Casere e la chiesetta di Santo Spirito.

I quasi 22 chilometri si sentono, anche per il dislivello di 1.000 metri, ma la soddisfazione ripaga la sana fatica

 

 

Commenti

Questo articolo ancora non ha commenti. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *