pavana

Settembre

Settembre 12, 2019

Adoro queste giornate limpide e tiepide, finanche calde, di settembre. Mi piace camminare tra i filari in quell’ora che Guccini chiama “tralummescuro”, non più giorno ma nemmeno buio. Mi colpisce come in pochi minuti, però, la luce se ne vada. Non dico improvvisamente, ma con una bella accelerazione, nel finale. Settembre sarà anche il mese […]

Vai all’articolo →

Campi dopo la pioggia

Maggio 10, 2019

Il verde di questi giorni sì che è verde. Entra deciso e gentile dagli occhi e poi nutre l’anima di una fragile calma. Il verde di questi giorni sì che è verde. Brilla gioioso pur sapendo che non sarà per sempre.

Vai all’articolo →

Francesco Guccini: una semplicità profonda e autentica

Dicembre 28, 2018

Questa intervista è l’ennesima dimostrazione dell’autenticità di Francesco Guccini. Parliamo di uno che a poco più di vent’anni aveva già scritto “Dio è morto” ed “Auschwitz”, tanto per dire. E poi ha continuato a fare canzoni, bellissime e indimenticabili: anche quelle meno riuscite sono comunque dignitose. Guccini è, insieme a Claudio Lolli, nelle mie radici […]

Vai all’articolo →

Guccini ha anche la cittadinanza onoraria di Castelvetro

Maggio 29, 2017

Francesco Guccini ha la cittadinanza onoraria anche a Castelvetro di Modena, terra del lambrusco grasparossa. Quando andavo a casa sua, più o meno nel 1975, mi piaceva vedere che aveva cassette di lambrusco della Cantina Boni della mia amica Alessandra (da decenni chiusa). Nel 1975 organizzammo un concerto a Castelvetro, nel cinema parrocchiale. Ma don […]

Vai all’articolo →

L’ultima volta

Novembre 9, 2012

Bellissima canzone e “gucciniana” al massimo. Mi vengono subito in mente le pagine di Cittanova blues, quando Francesco racconta dell’ultima notte passata al capezzale del padre, che non voleva lasciare andare l’ultimo respiro. Chissà se pensava a quei momenti, mentre scriveva “quando il giorno dell’ultima volta…ed il ritmo del tuo respirare che pian piano si […]

Vai all’articolo →