Buon 25 Aprile

di Lauro Venturi il 25 aprile 2015

Non credo alle medie aritmetiche o al pollo di Trilussa. Il 25 aprile è la Festa della Liberazione, i buoni ci hanno liberato dai cattivi. Punto.
Amo sempre, in questa ricorrenza, ricordare mio zio Roberto Moscardini. L’ho conosciuto nelle parole affettuose del mio babbo Lino, suo cognato. L’ho visto negli occhi di mia zia Peppina, sua moglie e sorella di mio babbo. L’incontro ogni tanto quando mi incontro con suo figlio, il mio cugino Rolando. E questo mi basta. Spero che mia nipote e mio nipote possano ogni tanto ritornare a queste radici. Per quanto mi riguarda, ne ho parlato a lungo ne L’ultima nuvola, dando a Roberto il nome di Gildo, un partigiano dell’Anpi di Castelfranco E. (MO), che un 2 giugno di anni fa mi raccontò per bene la storia di questi mio zio mancato, ma non per questo meno presente. Buon 25 Aprile!
ROBERTO-MOSCARDINI

Articolo precedente:

Articolo successivo: