Carmina non dant panem: perchè, la finanza sì?

di Lauro Venturi il 4 maggio 2015

Care lettrici e cari lettori, questa volta, nella consueta rubrica di Persone & Conoscenze, torno sul tema della bellezza e dell’importanza di gustare le cose belle. Ne parlo in modo leggero, come è giusto fare in una rubrica come “L’educazione sentimentale del manager”: ho però la convinzione che tutti ci rendiamo conto della profondità e della sensatezza della cosa. Tanto che, e qui lo racconto, c’è anche una proposta di legge per introdurre la bellezza in Costituzione.
Vi auguro buona lettura (come sempre cliccate sull’immagine) e sono disponibile a ricevere i vostri commenti sulla mia mail.pec

ARTICOLI PRECEDENTI

Articolo precedente:

Articolo successivo: