Io dico sempre non voglio capire, ma è come un vizio sottile…

di Lauro Venturi il 9 dicembre 2012

Mi piace la montagna, ma anche il mare e la pianura, e i laghi e i fiumi. Le colline però mi sono nel cuore, radici vitali e di letture adolescenziali e mai abbandonate.

Mi sono fermato a fare questa fotografia perché vorrei conoscere come mai solo quel cocuzzolo è rimasto imbiancato, capire il gioco di correnti fredde e di soli di squincio con angoli mutevoli e ignoti. Se così è un senso deve esserci e fors’anche una ragione. Poi finalmente ho lasciato perdere ed ho solo guardato.

Articolo precedente:

Articolo successivo: