La bruttezza condannerà il mondo

di Lauro Venturi il 28 novembre 2014

In quest’ultima rubrica faccio una riflessione che parte da alcune brutture che deturpano il paesaggio collinare e d il paese dove abito.
Penso che in fondo un Sindaco debba preservare e sviluppare prima di tutto i servizi ai cittadini e la qualità del territorio: come mai da tanti anni si lascino incancrenire questi brutti cantieri?
Lasciati per anni e anni fermi, abbruttiscono il paesaggio, che è di tutti, perché la bruttezza mica se ne sta dentro ai confini catastali della proprietà.
Temo che ci stiamo troppo abituando alle cose brutte. Poi si fa presto a passare dall’accettazione del brutto sulle cose materiali alla rassegnazione del brutto su quelle più esistenziali.
Non so se la bellezza, quella del cuore e del cervello, salverà il mondo: sicuramente lo rende migliore!
Clicca QUI per leggere l’articolo, buona lettura!

IMG_4225

IMG_4327
IMG_4812
IMG_5395
Quest’ultimo ecomostro è lì da tantissimi anni e porge il benvenuto a chi arriva a Levizzano!
PS: mi scuso per i due refusi fuggiti anche al correttore di bozze.
Articoli precedenti

Articolo precedente:

Articolo successivo: