L’ultima volta

di Lauro Venturi il 9 novembre 2012

Bellissima canzone e “gucciniana” al massimo.

Mi vengono subito in mente le pagine di Cittanova blues, quando Francesco racconta dell’ultima notte passata al capezzale del padre, che non voleva lasciare andare l’ultimo respiro. Chissà se pensava a quei momenti, mentre scriveva “quando il giorno dell’ultima volta…ed il ritmo del tuo respirare che pian piano si ferma e scompare”.

Ma non importa nulla a cosa pensasse, importa cosa pensiamo noi quando l’ascoltiamo.

Clicca sull'immagine e buon ascolto!

 

Articolo precedente:

Articolo successivo: