Riti

di Lauro Venturi il 26 Dicembre 2019

È finito Natale anche quest’anno
per fortuna senza troppo danno,
nonostante quel mangiare e fare festa
che ti lascia un sottile mal di testa.
Si scartano i cosiddetti “pensierini”
oggetti spesso inutili e un po’ cretini
per dirci quanto bene ci vogliamo
senza accorgerci che ci intristiamo
per troppe cose e poco affetto:
ma questo rimane nel non detto.
Quando l’ora d’andare finalmente scocca
con un sottile amaro in bocca
si scatta qualche obbligata fotografia
che immortala la piccola malinconia
per aver ancora una volta recitato
la saga di un Natale già dimenticato.

Articolo precedente:

Articolo successivo: