Ventinove anni e ancora silenzio

L’unico modo onesto per ricordare che alle 17,57 di ventinove anni fa Francesca Morvillo, Giovanni Falcone, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro saltarono in aria, a Capaci, è chiedere all’ex Presidente Giorgio Napolitano perchè nel 2013 fece distruggere le telefonate intercorse tra lui e l’allora Ministro Nicola Mancino.
Questo dovrebbe chiedere, oggi, chi commemora questa ennesima strage, per l’ennesima volta senza risposte. Questo dovrebbero chiedere i partiti che si dichiarano contro la mafia e le altre forme di malavita organizzata.
Tutto il resto è retorica, perchè la mafia non organizzò nè eseguì quella strage da sola.

   

Commenti

Questo articolo ancora non ha commenti. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *