Buon 25 aprile

di Lauro Venturi il 24 Aprile 2020

Anche in tempo di pandemia il 25 aprile rimane una ricorrenza straordinaria, fatta di riconoscimento e gratitudine (per chi ha dato la vita per la nostra libertà) e di monito a non tollerare, nemeno a parole, atteggiamenti razzisti e dittatoriali.

Com’è usuale, pubblico il cippo dedicato al Comandante Lupo, il mio zio mai conosciuto, e un  pezzo della presentazione di un anno fa che racconta, da “L’ultima nuvola” i funerali di Flaminio, vecchio partigiano che combattè, nel mio immaginario narrativo, con Lupo, che invece è morto davvero, insieme agli altri fratelli Moscardini.

W il 25 aprile, W Bella Ciao!

Articolo precedente:

Articolo successivo: