Roma, 23 ottobre 2008

Giovedì 23 ottobre 2008, nella bella libreria Odradek in via dei Banchi Vecchi a Roma, zona di artigiani, ristorantini, enoteche… “L’ultima nuvola” è stata presentata dal mio amico Alberto Bernard (conosciuto alla scuola di counseling, durante la quale è nata una bella amicizia) e da Silvia Franceschetti della casa editrice Kimerik.

E’ stata una serata molto piacevole ed intensa, nella quale ho avuto il lusso di ascoltare cosa dicevano alcune persone che avevano letto il mio libro, a partire ovviamente dai due relatori, e riflettende sul senso di quel romanzo. Per onestà intellettuale dico sempre che tanti “sensi” che trovo nell’aver scritto questo libro non mi erano assolutamente noti mentre scrivevo, sonno emersi dopo. Risulta però chiaro il filo rosso di una indignazione adolescenziale contro le ingiustizie, accompagnata però dalla convinzione forte che di fronte alle ingiustizie sta comunque ad ognuno di noi decidere se subirle oppure ribellarsi. Ho avuto la sorpresa anche di vedere alcuni amici di vecchia data, il piacere di una cena azzima e di un buon barbera a campo dè Fiori con un sigaro che profumava un’aria già dolce di suo.

Al mattino dopo, con un sole d’ottobre, morbido ma intenso, ho camminato per Roma, imbattendomi in due lezioni universitarie, una di Fisica ed una di Filosofia, organizzate di fronte a Palazzo Montecitorio per protestare contro la legge Gelmini. C’era un clima attento e responsabile, ne ho ricavato un forte segnale di speranza!