Niente più scorta al Colonnello Ultimo

di Lauro Venturi il 24 Ottobre 2019

So benissimo quanto possa essere intricata la questione, so che ci sono di mezzo elementi fangosi come la cosiddetta “trattativa stato – mafia”, so che ci sono lati oscuri come è inevitabile sia in cose così immense.
Però mi convince Ultimo, quando nell’intervista dice che se il Procuratore Giancarlo Caselli gli avesse ordinato di perquisire il covo di via Bernini, a Palermo, lui avrebbe obbedito.
Però so anche chi è morto e come, e chi rischia di morire. So che la Dia conferma che anche oggi Cosa Nostra è virulenta  e mantiene una pericolosa potenzialità offensiva.
Ho letto e seguito con attenzione le vicende di mafia da decenni e togliere la scorta al Colonello Sergio De Caprio è una vigliaccata, come averne rivelato il nome.
E quindi, come scrissi in alcuni posti fa, ho firmato la petizione per restituirgliela e nel mio piccolo faccio in modo che la questione non cada nel silenzio. Perché non si tratta di “questione” ma di Persone.

Articolo precedente:

Articolo successivo: