W il 25 aprile!

La Festa della Liberazione è una ricorrenza straordinaria, fatta di riconoscimento e gratitudine (per chi ha dato la vita per la nostra libertà) e di monito a non tollerare, nemeno a parole, atteggiamenti razzisti e dittatoriali.

Com’è usuale, pubblico il cippo dedicato al Comandante Lupo, il mio zio mai conosciuto, e un  pezzo della presentazione di un anno fa che racconta, da “L’ultima nuvola” i funerali di Flaminio, vecchio partigiano che combattè, nel mio immaginario narrativo, con Lupo, che invece è morto davvero, insieme agli altri fratelli Moscardini.

W il 25 aprile, W Bella Ciao!

Due anni fa presentammo il libro alla Rocca di Vignola. L’attrice Donatella Allegro lesse il brano sui funerali del partigiano Flaminio, detto “Saetta” video

Quattro anni fa portai i miei nipotini a visitare la casa museo dei Fratelli Cervi e sono certo che qualcosa gli è rimasto di quella visita. Proprio a Casa Cervi oggi don Luigi Ciotti ha celebrato la festa della Liberazione.

 

Commenti

Questo articolo ancora non ha commenti. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *