Un futuro bello

di Lauro Venturi il 19 gennaio 2018

Care lettrici e cari lettori, il titolo dell’articolo è l’ultimo libro del prof. Enzo Spaltro. L’articolo è un riassunto di una recensione più ampia che ho scritto per questo importante e bel testo.
Lo ascoltai per la prima volta nel 1978, a Venezia, al convegno di un’importante associazione imprenditoriale. Mi colpì il suo approccio alle persone e all’organizzazione: originale, coraggioso e molto convincente.
Allora non era ancora famoso al grande pubblico, lo diventò nel 1983 con la trasmissione “Test”, in prima serata a Rai Uno, condotta da Emilio Fede: però era ben conosciuto da migliaia di studenti che frequentavano i suoi corsi a Scienze Politiche, a Bologna.
Io progettavo corsi di formazione professionale (allora si chiamavano così) per il distretto ceramico di Sassuolo, che era in profonda crisi e doveva ripensare il suo modello.
Nello specifico, mi fu affidata la progettazione di un corso per quadri intermedi e decisi di contattare Enzo Spaltro per avere qualche idea. Mi diede un sacco di spunti e progettammo un intervento davvero ben riuscito: Enzo e il suo assistente Zorzi fecero diverse docenze e incantarono i partecipanti.

Dopo  quasi trent’anni l’ho incontrato a Bari, al Congresso dell’AIDP, nel quale presentavo il mio primo libro: “L’educazione sentimentale del manager”.
Da allora non ci siamo più persi e con grande orgoglio ho partecipato alla nascita della Fondazione che porta il suo nome, per sostenere la diffusione delle sue idee e del suo patrimonio culturale.

Per leggere o scaricare l’articolo, basta cliccare sull’immagine che segue. Buona lettura! Lauro

Articoli precedenti

Articolo precedente:

Articolo successivo: