Grazie della visita, Maestro!

Conobbi il professor Gianfranco Dioguardi negli anni ’80, attraverso i suoi libri e i suoi interventi, Mi colpì subito la sua sterminata cultura e il suo modo di essere imprenditore, intriso di attenzione e rispetto verso il mondo esterno.

Insieme alle mie colleghe di Sixtema decidemmo, nel 1994, di invitarlo alla convention annuale: fu un successo, quasi duecento imprenditori nostri clienti ascoltarono una vera e propria lectio magistralis, come racconto nel libro sul counseling.

Nel 2005 fu con me, alla Casa della Cultura di Milano, a presentare “L’educazione sentimentale del manager”. Da allora non ci siamo mai persi di vista, anzi…

Ha scritto un contributo a “La vita dirà la sua” e la prefazione al libro ”L’Amministratore (de) Legato” che uscirà in giugno, per Guerini next. Su sua richiesta ho scritto un commento al suo bellissimo libro “L’impresa enciclopedia” che uscirà tra poco.

Oltre alla stima, mi lega a lui anche un profondo affetto e il gusto della buona tavola. E’ quindi stato per me un grande regalo poterlo ospitare a casa mia, fargli vedere le nostre colline e passare, insieme alla moglie Carla, momenti preziosi.

E’ proprio vero, senza Maestri come Dioguardi non avrei nemmeno lontanamente raggiunto i risultati professionali che ho avuto e sarei sicuramente una persona più arida.

Commenti

Questo articolo ancora non ha commenti. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.